Come trovare perdita d’acqua da un tubo interrato

Le perdite d’acqua da tubi interrati che hanno subito dei guasti, sono molto pericolose; possono causare numerosi danni se non vengono rilevate in fretta, e la loro riparazione risulta essere spesso complessa e costosa.

Fortunatamente, negli ultimi anni, sono aumentati i metodi per individuare perdite d’acqua sotterranee. Per risolvere il problema però, è necessario intervenire il prima possibile, affinché questa non arrechi seri danni. In questa guida andremo ad analizzare come accorgersi di un’eventuale perdita d’acqua sotterranea, e cosa fare per risolvere il problema.

Le principali cause di una perdita d’acqua di un tubo interrato

Molto importante è capire quali sono le principali cause di perdite d’acqua di tubi interrati, in modo da poter eseguire le dovute riparazioni nella maniera corretta. In tal senso, le più frequenti sono:

  • Imprecisioni durante il montaggio di alcuni tubi;
  • Umidità che circonda le tubature;
  • Usura ;
  • Scoppio di un tubo interrato;
  • Shock idraulico causato da un’imprevista chiusura di una valvola che porta al danneggiamento di un tubo;
  • Corrosione delle tubature da parte dell’acqua.

Segnali per accorgersi di una perdita d’acqua nascosta

Quando è presente una perdita d’acqua nascosta in casa, possono essere necessari molti giorni o addirittura settimane per rendersi conto del problema. Il momento critico, arriva sempre molto tardi, solitamente quando viene consegnata la bolletta dell’acqua a casa. Infatti, insospettita dall’elevato prezzo, “la vittima” si rende conto del problema e comincia ad indagare per individuare eventuali perdite. Esistono però due segnali che possono aiutarci a capire in anticipo se è presente una perdita nascosta:

  • Rumore dell’acqua: se, una volta chiusi tutti i rubinetti sentiamo ancora il rumore di acqua che scorre/gocciola, dobbiamo indagare approfonditamente, perché è un forte segnale di perdita d’acqua da parte di un tubo interrato;
  • Controllo periodico del contatore dell’acqua: è utile effettuare un controllo sistematico del contatore (appuntandosi le cifre) per rilevare eventuali anomalie dovute a perdite. Qualora infatti nascesse un dubbio, bisogna chiudere tutti i rubinetti e spegnere gli elettrodomestici che consumano acqua (lavatrice, scaldabagno, lavastoviglie e così via) per almeno un’ora. Successivamente bisogna controllare le cifre del contatore; se queste sono cambiate allora deduciamo che è presente una perdita nascosta.

Qualora si capisse di avere una perdita da un tubo interrato, è importante agire istantaneamente per rilevare la posizione del danno e ripararlo, affidandosi ad un idraulico efficiente, che possa risolvere il problema riparando il guasto.

Leggi anche: Pendenza dello scarico del wc: cosa c’è da sapere

Rilevazione di perdite nascoste: nuovi metodi

La tecnologia, negli ultimi anni, ha fatto passi da gigante anche in quest’ambito. I metodi di rilevamento di perdite di tubi interrati sono notevolmente aumentati; infatti oggi abbiamo la possibilità di scegliere tra numerosi sistemi, sempre più semplici e rapidi. Vediamone alcuni:

  • Metodo elettronico: questo sistema si basa sull’utilizzo di un misuratore d’umidità, che è in grado di valutare il contenuto d’umidità del pavimento o delle pareti. Possiamo utilizzare anche un altro apparecchio, che consente di rilevare le frequenze sonore di tubi danneggiati e di conseguenza le vibrazioni dovute a perdite d’acqua nascoste. Entrambi i dispositivi sono facilmente reperibili sul mercato a poco prezzo;
  • Rilevatore di perdite termografico: tramite l’utilizzo di una termocamera che restituisce un’immagine termica (calda o fredda), rileva facilmente la perdita e la localizza in tempo reale;
  • Video ispezione: è considerato il metodo più efficace e semplice da utilizzare. Si basa sull’uso di una sonda munita di una piccola telecamera; quest’ultima ci permette di arrivare all’interno di tutti i tipi di tubo, anche quelli più nascosti, evitando così (almeno in questa fase di ispezione) la rottura di muri o pavimenti. Le immagini vengono trasmesse in diretta su un monitor, così da rilevare in tempo reale un’eventuale crepa con conseguente perdita. Questo apparecchio è molto utile per comprendere con precisione i problemi delle tubature, viene infatti utilizzato anche per altre tipologie di intervento. È infatti uno dei passaggi preliminari del processo per mettere in pressione di un impianto idraulico, in quanto riesce a dare un quadro preciso del suo stato, così che sia possibile capire in che modo intervenire.

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche: Bagno piccolo: alcuni consigli per ottimizzare lo spazio